Archivio Tag: don michele mosa

La Sacra Scrittura di domenica 10 settembre

Il commento di don Michele Mosa. «Se ti ascolterà, avrai guadagnato il tuo fratello; se non ascolterà […]»

Non voglio evitare la questione: so di essere chiamato a correggere: lo è ogni cristiano, anzi ogni uomo, che abbia a cuore le sorti del vicino, del fratello/sorella, del compagno di viaggio. Non sfuggo le fatiche della “correzione fraterna”, anche se tante volte mi trovo a mio agio nei panni di Caino: «sono io il custode di mio fratello?». Tocca a me richiamare l’altro? Quello … Continua a leggere La Sacra Scrittura di domenica 10 settembre »

La Sacra Scrittura di domenica 3 settembre

Il commento di don Michele Mosa. «Dio non voglia, Signore; questo non ti accadrà mai».

Cosa c’è in gioco? Credo sia in gioco – anche se è difficile ammetterlo – la MIA idea di Dio. La MIA immagine di Dio. Si sta rovesciando il Bereshit dell’inizio: non sono più Io l’immagine di Dio ma Dio è ormai diventato la mia immagine. E andare a Gerusalemme per morire crocifisso non è da Dio, non è per quel Dio che mi sono … Continua a leggere La Sacra Scrittura di domenica 3 settembre »

La Sacra Scrittura di domenica 30 luglio

Il commento di don Michele Mosa. «Il Regno dei cieli è simile… tesoro nascosto, mercante che cerca»

Contadini, mercanti, pescatori: oggi ci siamo tutti. Ognuno con la sua professione o con il suo hobby. Cercatori di mestieri o per passione. Provetti Indiana Jones perché tutti assetati di vita, mendicanti di cielo. Chi, infatti, non si riconosce nel contadino o nel mercante che, felice come una Pasqua, vende tutto per comprare il tesoro prezioso, quello che cerca da tutta la vita? Il tesoro … Continua a leggere La Sacra Scrittura di domenica 30 luglio »

La Sacra Scrittura di domenica 23 luglio

Il commento di don Michele Mosa. «Gesù espose alla folla un’altra parabola»

Come un nonno che raccoglie i nipoti attorno a sé e comincia a raccontare. In riva al mare. Staccandosi da riva su una barca per non farsi schiacciare dalla folla: all’umanità – non importa l’età – piacciono le storie. E Gesù lo sapeva, lo sapeva così bene che «non parlava se non con parabole». Raccontare: l’arte di Dio. Immagini che aprono mondi nuovi e invitano … Continua a leggere La Sacra Scrittura di domenica 23 luglio »

La Sacra Scrittura di domenica 16 luglio

Il commento di don Michele Mosa. «Il seminatore uscì a seminare»

Così come aveva fatto Gesù, al mattino: uscì di casa. Uscire: verbo che caratterizza il Dio dei vangeli, incarnato in Gesù, e che fa così paura alla Chiesa. Uscì e andò al mare, come in tanti fanno in questi giorni. Gesù però non andava in ferie, non cercava l’abbronzatura: andò in riva al mare per raccontare di un Dio che non ha paura del confronto … Continua a leggere La Sacra Scrittura di domenica 16 luglio »

La Sacra Scrittura di domenica 2 luglio

Il commento di don Michele Mosa. «Chi avrà tenuto per sé la propria vita, la perderà, e chi avrà perduto la propria vita per causa mia, la troverà»

“TuxTutti”: lo slogan che accompagna questo tempo di Grest che coinvolge le nostre parrocchie e i nostri Oratori. Sullo sfondo della parabola del “Buon Samaritano” e con il riferimento alla mitica storia di Robin Hood ci apriamo al nostro prossimo: per condividerne la felicità, per alleviarne e sostenerne la fatica e i momenti bui. Così ci concentriamo sul Tutti: prossimo è ogni uomo e donna, … Continua a leggere La Sacra Scrittura di domenica 2 luglio »

La Sacra Scrittura di domenica 25 giugno

Il commento di don Michele Mosa. «Due passeri non si vendono forse per un soldo?»

La lava del Vesuvio fermò le lancette dell’orologio al 79 d. C. consegnando all’umanità uno spaccato di storia – quotidianità – dal valore incommensurabile. Sul muro di una “taberna”, ad esempio, è rimasto appeso il listino prezzi: un chilo di pane due assi, due assi anche per un litro di vino. Un piatto di legumi 1 asse. Uno schiavo 625 denari. Se facessimo il controvalore asse-euro … Continua a leggere La Sacra Scrittura di domenica 25 giugno »

La Sacra Scrittura di domenica 18 giugno

Il commento di don Michele Mosa. «Gesù, vedendo le folle, ne sentì compassione»

Compassione. Che non è una questione sociale per accademici o giornalisti. Neppure una questione da battaglia sindacale. E nemmeno filantropia o azione per uomini e donne di buona volontà. Compassione non trasforma il cristianesimo in un’associazione no-profit e la Chiesa in una Ong. Compassione è – mia opinione, discutibile – l’altro nome dell’Incarnazione e – ancora mio pensiero – proprio l’Incarnazione, è ciò che, oggi, … Continua a leggere La Sacra Scrittura di domenica 18 giugno »

La Sacra Scrittura di domenica 11 giugno

Il commento di don Michele Mosa. “Colui che mangia me vivrà per me”

Mangiare: c’è qualcosa di più materiale? C’è qualcosa di più concreto? Mangiare. Bocca e stomaco. Bisogno primario. Tutto si fa per il cibo: si lavora per mangiare. Si esce la sera per mangiare. Sembra che la vita si concentri in questa sola azione: mangiare. L’uomo delle domande si interroga: se sono fatto a immagine di Dio e il mio bisogno primario è mangiare cosa c’entra … Continua a leggere La Sacra Scrittura di domenica 11 giugno »

La Sacra Scrittura di domenica 4 giugno

Il commento di don Michele Mosa. «Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio»

Puoi raccontare l’uomo non definirlo. Puoi descrivere la donna non chiuderla in una definizione. Eppure hai la pretesa di definire Dio, di trasformarlo in un concetto e rinchiuderlo in un’idea. “Un solo Dio in tre persone”: e la Trinità è servita. Servita in modo così indigesto che nessuno di noi la sente presente e viva nella propria vita. Dio è sempre al singolare ma non … Continua a leggere La Sacra Scrittura di domenica 4 giugno »