Archivio Tag: don michele mosa

La Sacra Scrittura di domenica 4 dicembre

Il commento di don Michele Mosa. “Questo Giovanni cosa vuole dagli altri? E cosa vorrà dire: battezzare in Spirito Santo e fuoco?”

Da solo nella sua tenda continuava a rivedere quella scena. Un centurione è nato per combattere. Per fare la guerra. Ve lo immaginate: in piedi in riva ad un fiume fare la guardia a un gruppo di ebrei che si mettono in fila per farsi battezzare – come dicono loro – da uno che immerge gli uomini e le donne nell’acqua? Tempo perso. Ma quelli … Continua a leggere La Sacra Scrittura di domenica 4 dicembre »

La Sacra Scrittura di domenica 27 novembre

Il commento di don Michele Mosa. «Veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa»

Da questo numero de “il Ticino” don Michele Mosa propone un’interpretazione in chiave “attuale” del Vangelo, che offriamo anche alla lettura di chi ci segue sul nostro sito.   Questa volta era successo a lui, proprio a lui. Eppure, aveva preso ogni precauzione: aveva messo le inferriate alle finestre, la porta blindata all’ingresso, l’allarme e perfino le telecamere. Aveva ragione Carolina, la sua compagna: tanto … Continua a leggere La Sacra Scrittura di domenica 27 novembre »

La Sacra Scrittura di domenica 20 novembre

Il commento di don Michele Mosa. «Egli è immagine del Dio invisibile»

Invisibile, inaccessibile. Forse addirittura irraggiungibile: «Dio nessuno l’ha mai contemplato» (1Gv 4,12). Allo stesso tempo però cercato e desiderato più di ogni altra cosa, come dirà Paolo ad Atene: gli uomini cercano «Dio, se mai, tastando qua e là come ciechi, arrivino a trovarlo, benché non sia lontano da ciascuno di noi» (At 17,27). Nel cuore dell’uomo vi è un’incessante ricerca di Dio, quasi una … Continua a leggere La Sacra Scrittura di domenica 20 novembre »

La Sacra Scrittura di domenica 13 novembre

Il commento di don Michele Mosa. «Chi non vuole lavorare, neppure mangi»

Tema da sindacalisti, il lavoro. Cosa ne sa un prete visto che – opinione di molti, anche cattolici – non lavora o, per meglio dire, non fa niente? Sarà anche vero (nessuna sterile polemica), Paolo però di lavoro se ne intendeva perché lavorò e del suo essere lavoratore fece un punto di forza. E questo era una novità per il suo tempo: il lavoro manuale … Continua a leggere La Sacra Scrittura di domenica 13 novembre »

La Sacra Scrittura di domenica 6 novembre

Il commento di don Michele Mosa. «La fede infatti non è di tutti»

La religione però – mi verrebbe da dire – sì, è di tutti. Scriveva Plutarco nel sec. II d. C.: «Se tu percorrerai la terra, potrai trovare città senza mura, senza lettere, senza re, senza case, senza ricchezze, senza monete, senza teatri e palestre; ma nessuno vide mai né mai vedrà una città senza templi e senza dèi». Ognuno ha la propria: e se non … Continua a leggere La Sacra Scrittura di domenica 6 novembre »

La Sacra Scrittura di domenica 30 ottobre

Il commento di don Michele Mosa. «Riguardo alla venuta del Signore nostro Gesù Cristo»

Non è questione di paradiso e inferno, non si tratta dei novissimi. Non è un trattato di teologia dogmatica – cosa a cui spesso riduciamo la fede – ma di un incontro. Di qualcuno che arriva e di qualcuno che attende quell’arrivo. Non è una lezione da dare e ricevere, è un’esperienza – desiderata e cercata – da vivere. Così Paolo, così la prima comunità … Continua a leggere La Sacra Scrittura di domenica 30 ottobre »

La Sacra Scrittura di domenica 23 ottobre

Il commento di don Michele Mosa. «Ho combattuto la buona battaglia. Ho terminato la corsa. Ho conservato la fede»

Al dire degli esegeti, queste parole di Paolo al discepolo prediletto Timoteo sono il suo testamento autobiografico. Un testamento che si esprime in immagini: la lotta, esteriore e interiore, che ha caratterizzato tutta la vita dell’apostolo; la strada, una corsa senza soste, se si eccettuano i periodi trascorsi in prigione; le vele sciolte, perché la morte non è la fine di tutto ma il ponte … Continua a leggere La Sacra Scrittura di domenica 23 ottobre »

La Sacra Scrittura di domenica 16 ottobre

Il commento di don Michele Mosa. «Annuncia la Parola, insisti al momento opportuno e non opportuno»

Annuncia. La missione della Chiesa. Perché – lo sappiamo bene tutti – se non annuncia il Vangelo, la Chiesa non ha motivo di essere. Tutto nella Chiesa è in vista dell’annuncio e della missione: dalla liturgia alla preghiera personale, dalla catechesi ai sacramenti. L’oratorio e la Caritas. Tutto è in vista dell’annuncio. Perché – ricordava Papa Francesco nel messaggio per la giornata missionaria 2017 – … Continua a leggere La Sacra Scrittura di domenica 16 ottobre »

La Sacra Scrittura di domenica 9 ottobre

Il commento di don Michele Mosa. «Ma la parola di Dio non è incatenata! Le catene trattengono l’uomo non l’amore del Padre»

Questione di catene. Cioè questione di libertà. Di spazi chiusi e orizzonti senza contorni. Puoi rallentare, circoscrivere, arrestare l’apostolo, l’annunciatore, il missionario ma non l’annuncio. Le catene trattengono l’uomo non l’amore del Padre. Paolo lo sapeva bene: prima di sperimentarlo personalmente lo aveva visto compiersi su quei discepoli di Cristo che lui stesso aveva arrestato. (Per non dire ucciso come Stefano, il diacono dal volto … Continua a leggere La Sacra Scrittura di domenica 9 ottobre »

La Sacra Scrittura di domenica 2 ottobre

Il commento di don Michele Mosa. «Ti ricordo di ravvivare il dono di Dio. Tieni viva la passione per il Signore»

L’esperienza di fede ebraica – e quindi anche quella cristiana – è legata alla capacità e alla pratica della memoria. «Noi ebrei – scriveva Martin Buber nel 1938 – siamo una comunità basata sul ricordo. Il comune ricordo ci ha tenuti uniti e ci ha permesso di sopravvivere». E memoria significa famiglia, comunità. O per dirla con il linguaggio della Scrittura “di generazione in generazione”. … Continua a leggere La Sacra Scrittura di domenica 2 ottobre »